Omnium Cultural - Llengua Cultura País

Òmnium Cultural és una entitat amb més de 50 anys d'història al servei de la llengua, la cultura i el país.

65.769socis a tot el món

Saber-ne més

Òmnium Cultural és una entitat amb més de 50 anys d'història al servei de la llengua, la cultura i el país.

65.769socis a tot el món

Saber-ne més

Manifesto_Italiano

Manifesto “I catalani vogliono votare. Piramidi umane per la democrazia”

 

Parigi, Berlino, Londra, Bruxelles, Lisbona, Ginevra, Roma, Barcellona, capitali europee, centri culturali e politici, punti di riferimento nel mondo e come le prime decine di città in tutta la Catalogna. Tutte oggi sono lo scenario dell’espressione democratica di migliaia di catalani che chiedono di votare per decidere il loro futuro politico con una consultazione il prossimo 9 novembre. Una rivendicazione che in questa occasione si basa sulla spettacolarità e la bellezza delle piramidi umane, uno degli attivi più potenti della cultura catalana, delle piramidi che oggi sono diventate piramidi per la democrazia, dichiarate Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità dall’UNESCO, piramidi che oggi rappresentano più che mai i valori del lavoro condiviso, della solidarietà, dell’aiuto reciproco teso a raggiungere un obiettivo così nobile come quello che si propone di raggiungere il popolo catalano: decidere liberamente e democraticamente il proprio futuro. Delle piramidi che sono il simbolo, come la Catalogna, del coraggio e dello sforzo collettivo per vincere l'impossibile. 

 

È da ormai molti anni che noi catalani chiediamo, scendendo in piazza e alle urne, di poter ricorrere alla democrazia per decidere quale vogliamo che sia il nostro ruolo nel seno di questa Europa del XXI secolo. Abbiamo espresso democraticamente attraverso le mobilitazioni più partecipative e pacifiche dell’ultimo lustro in Europa, che siamo a favore di una risoluzione pacifica di quest’anomalia con una consultazione il prossimo 9 novembre ma, purtroppo, la risposta da parte dello Stato è stata la negazione reiterata della consultazione e del dialogo per trovare una via d’uscita al grido collettivo dalla Catalogna. 

 

È questa rivendicazione, normale e democratica, quella che oggi noi catalani vogliamo mostrare all’Europa e lo facciamo non per chiedere il permesso o la protezione, ma per spiegare a tutti voi chi siamo, che cosa vogliamo e come intendiamo condividere il nostro futuro con voi, cittadini europei del XXI secolo. Inoltre desideriamo esprimere la nostra gratitudine alle migliaia di persone che formano le piramidi umane (castellers). Grazie a loro, infatti, è stato possibile organizzare questo evento che mostra il meglio della cultura catalana. Una cultura che, da ormai molti secoli, forma parte di un’Europa colta e viva, aspetti dei quali rivendichiamo il valore. Una cultura che ha visto nascere e consolidare la democrazia. Ciò che noi catalani reclamiamo è un atto democratico: vogliamo votare per decidere il nostro futuro attraverso un referendum. Per questo motivo ci rivolgiamo a tutti i cittadini europei: vogliamo innalzare l’Europa del futuro con voi, in un’intesa sinergica, proprio come se si trattasse di una grande piramide umana perché è l’unione che fa la forza!

www.catalanswanttovote.cat